Home > Argomenti vari > Quando la mente evade e virtualmente si fa un giro per i meandri dell’idiozia!

Quando la mente evade e virtualmente si fa un giro per i meandri dell’idiozia!

23 Aprile 2007


Con questa credo di aver raggiunto il top.
Non sono mai stato particolarmente attratto dal mondo delle chat. Nonostante siano ormai tanti anni che navigo per la rete, quello delle chat è un ambiente che ho frequentato pochissimo.
Ultimamente invece ho cominciato a girare un po per alcune di esse per curiosità. Ho conosciuto diverse persone virtuali più o meno simpatiche, più o meno credibili, più o meno interessanti.
Ma io dico… ci si può prendere una… chiamiamola cotta… in una chat???
Alla mia veneranda età????

Ho conosciuto una ragazza coetanea con la quale in brevissimo ho instaurato un dialogo molto affettuoso. Tutt’e due single (oggi si dice così, una volta si diceva tardoni), tutt’e due evidentemente alla ricerca di un pò di affetto, anche se solo verbale.

Ma alla fine…
1) Ma che ne so di chi c’è dall’altra parte?
2) Abito in un posto tanto bello quanto scomodo e poterla vedere dal vivo è complicato.
3) Non ho più l’età per fare l’adolescente.

Eppure, ogni sera mi connetto e lascio acceso msn nella speranza che si connetta anche lei!!!
Aiutatemi!!! Qualcuno chiami la neuro, la protezione civile, il dottor stranamore…. PLEASE, SOMEONE HELP ME!!!!!

  1. Leone
    23 Aprile 2007 a 3:10 | #1

    mi piacerebbe sapere qual é la tua veneranda età! se lei é una ragazza non é poi così tardona, e se siete coetanei, non lo sei neanche tu… comunque fa piacere vedere che si perde la testa sempre in due, tre, quattro, mille.. tante persone si innamorano così… poco fa ho visto “il negozio dietro l’angolo”, il film in bianco e nero di lubitsch con james stewart e una biondina fortissima, degli anni trenta, da cui hanno tratto anche il film con tom hanks e meg ryan, tipo scrivimi fermo posta, e i due si innamorano attraverso delle lettere… nella realtà si odiano, e nelle lettere, non sapendo, si innamorano e si scambiano impressioni da alti ideali… é bellissimo, davvero un film da vedere
    la materia é cambiata, dalla carta e penna allo schermo coi tasti, ma il metodo é lo stesso… chissà se anche gli antichi si innamoravano per lettera… Dante ha visto Beatrice un paio di volte e ci ha costruito su una vita, Petrarca e Laura non so quanto si frequentassero… in fondo non siamo così matti, se siamo matti quanto Dante o Petrarca…

    ciao! bel blog! bella consonanza!

  2. Sakumi
    2 Maggio 2007 a 11:05 | #2

    Ciao Gendo, mi è piaciuto molto il tuo commento al mio post… Parlando dell’Italia, anche io mi pongo le domande che ti sei chiesto tu e a volte, in certe circostanze, mi sento davvero a favore della pena di morte, soprattutto per i casi di omicidi di bambini, genocidi, pedofilia, e altre cose mostruose… ma nonostante ciò penso di essere emotivamente coinvolta e, per questo, non razionale. Io non appartengo a nessuna religione, ma solo alla Ragione, quindi cerco di razionalizzare e giungo alla conclusione che ammazzare la gente non risolva l’orrore che c’è nel mondo, secondo me, per non parlare del fatto che diventerebbe un omicida anche lo Stato (insomma, si torna indietro nel tempo: se rubi ti taglio la mano e se ammazzi ti ammazzo). Piuttosto cercherei altrove delle soluzioni, per esempio dare l’ergastolo vero e proprio anzichè 3 anni di prigione e poi libero come prima; castrazione chimica e reclusione per i pedofili, ecc. E’ vero, è un discorso controverso e sono felice di non dover decidere io personalmente…
    Ti ho risposto anche nel mio blog, se vuoi rispondimi lì ^_^

I commenti sono chiusi.